Endodonzia

L'endodonzia si occupa di curare le affezioni che colpiscono la polpa dei denti.

L'endodonzia si occupa di curare le affezioni che colpiscono la polpa dei denti; con polpa si intende il tessuto molle che occupa il centro del dente, sotto smalto e dentina, e che è costituito dai vasi sanguigni e dal nervo. L'obbiettivo dell'endodonzia è rimuovere tutta la polpa e riempire lo spazio lasciato vuoto con un materiale da otturazione, generalmente la guttaperca.

La devitalizzazione di un dente si svolge in anestesia locale e dura una o due sedute, in base alle difficoltà che incontra il dentista legate alla variabilità anatomica delle radici del dente. Il compito dell'odontoiatra endodonzista sarà quello di levigare i canali radicolari utilizzando in sequenza delle piccole lime e successivamente otturare i canali delle radici con la guttaperca; in ultimo verrà eseguita l'otturazione della corona del dente. La ricostruzione d'eccellenza di un dente trattato endodonticamente è la corona dentaria, ma può essere altrettanto valido un intarsio; l'otturazione semplice in composito può essere comunque efficace ma il suo impiego nei denti devitalizzati è limitato ai casi in cui la struttura residua del dente assicura una buona resistenza.

In seguito al trattamento endodontico il dente non avrà più alcuna sensibilità né al caldo né al freddo e neppure allo stimolo irritativo provocato dalla carie; pertanto sarà ancora più importante eseguire periodiche visite di controllo.

Un dente viene devitalizzato quando la carie invade lo spazio occupato dalla polpa, ovvero dopo aver distrutto tutto la strato di smalto e dentina. Il dente inizia a dare i primi sintomi quando ormai la carie è molto estesa; in questa fase il paziente avverte dolore al freddo mentre con l'estendersi della carie il dolore diventa forte, spontaneo e pulsante (il classico mal di denti) ed occorre un trattamento d'urgenza per risolvere la pulpite, termine che indica l'infiammazione della polpa.

sicuramente in passato ma  ancora oggi le devitalizzazioni vengono eseguite mediante strumenti manuali in acciaio e i canali vengono sigillati con guttaperca fredda.

è stato dimostrato che questa tecnica arcaica implica numerosi insuccessi.

nel nostro studio i denti vengono trattati endodonticamente con gli strumenti più all'avaguardia.

la sagomatura dei canali avviene tramite il sistema reciproc:

Lo strumento Reciproc®

Lo strumento Reciproc® è prodotto con Nichel Titanio M-Wire®, una speciale lega brevettata che garantisce una straordinaria flessibilità e resistenza alla fatica ciclica rispetto al Nichel Titanio tradizionale, grazie all’innovativo processo di trattamento termico attraverso il quale viene prodotta. Reciproc® ha la sezione ad S che gli conferisce una elevata efficienza di taglio che associata al movimento alternato garantisce una sagomatura sicura impedendo che lo strumento si avviti all’interno del canale. Lo strumento Reciproc® è stato specificatamente progettato e disegnato per il movimento alternato. Tutti gli strumenti Reciproc® hanno la punta non attiva.

 

 

I canali radicolari preparati con gli strumenti Reciproc® hanno una forma che si adatta a qualunque tecnica di otturazione. Per completare il trattamento endodontico sono disponibili punte di carta e punte di guttaperca Reciproc® delle stesse misure dello strumento utilizzato.

 

nel nostro studio vengono utilizzati gli ultimi motori endodontici disponibili

Blog

powered by dottcom